Farmacia Contrada dei Patrizi 

                 Pregassona - Viganello                 


Numero di telefono Pregassona: 0919721272

Numero di telefono Viganello: 0919721172

Le mascherine

Chiariamo le varie differenze tra le mascherine ad oggi in commercio.

Mascherina chirurgica:

Limita la diffusione nell’ambiente di particelle potenzialmente infettanti da parte di individui infetti o potenzialmente infetti.

Non ha funzione filtrante in fase inspiratoria, pertanto non protegge dall’inalazione di particelle aeree di piccole dimensioni (aerosol).

È consigliato quindi per individui infetti o potenzialmente infetti.

FFP1:

Filtra l’80% delle particelle ambientali con diametro ≥ 0.6 µm.

Se dotata di valvola, non ha funzione filtrante in fase espiratoria.

Non è raccomandata per la protezione da agenti patogeni che si trasmettono per via aerea.

FFP2:

Filtra il 95% delle particelle ambientali con diametro ≥ o.6 µm.

Se dotata di valvola espiratoria, non ha funzione filtrante in fase espiratoria.

È consigliata per operatori sanitari che assistono individui infetti o potenzialmente infetti.

FFP3:

Filtra il 98-99% delle particelle ambientali con diametro ≥ 0.6 µm.

Se dotata di valvola espiratoria, non ha funzione filtrante in fase espiratoria.

Utilizzata da operatori sanitari che assistono individui infetti o potenzialmente infetti, in particolare durante manovre che producono aerosol (es. intubazione, broncoscopia).

Tornano i malanni di stagione

Il freddo e il maltempo non accennano a diminuire e, con questo clima, tornano i malanni di stagione che sembravano ormai alle spalle. Di seguito 7 piccoli accorgimenti per ridurre il rischio di raffreddori, tosse, mal di gola e influenza.

1. Dormire a sufficienza, per almeno 7 ore a notte per gli adulti, infatti la carenza di sonno, specie se cronica, porta con sé il serio abbassamento delle difese immunitarie.

2. Mangiare sano. Fare 3 pasti completi che comprendano sempre frutta e verdura, evitare bibite e cibi con troppo zucchero che rallentano la funzione immunitaria. Inoltre non arrivare affamatissimi al pasto perché il corpo percepisce il digiuno come uno stress importante.

3. Importante è praticare attività fisica, basta anche solo una camminata tutti i giorni. In questo periodo di contagio da COVID-19 è consigliato svolgerla in casa. Infatti l’esercizio riattiva la circolazione del sangue potenziando la funzione immunitaria.

4. Una regola fondamentale per evitare il contagio è il lavaggio delle mani: mai mangiare, mai toccarsi il naso, occhi e bocca con le mani sporche. La prima azione al rientro a casa è senz’altro lavarsele.

5. Lo stress va tenuto a bada, infatti attraverso gli ormoni che mette in circolo, indebolisce le difese del corpo. Se la vita è frenetica e piena, bisogna avere tempo di recuperare e mantenere il controllo.

6. Bisogna tenere alto lo spirito, ridere e frequentare persone gradevoli, quando le circostanze dell’attuale COVID-19 lo permetteranno.

7. Infine evitare di prendere freddo, perché un corpo ben scaldato puo’ prevenire il contagio di virus.

Attenzioni e coccole per piedi sempre sani

Si calcola che tre persone su cinque dedichino meno di un minuto al giorno alla cura dei piedi. I piedi sono il nostro punto di contatto con il suolo, sorreggono il nostro peso ed hanno un ruolo fondamentale per l'equilibrio, l'ammortizzare e la propulsione. Secondo i podologi sono semplici regole da seguire ogni giorno per avere la certezza di avere piedi sempre in salute. La prima riguarda il lavaggio. I piedi vanno puliti tutti i giorni utilizzando acqua tiepida e sapone neutro. il pediluvio non deve durare più di 10 minuti, così da non alterare l'integrità cutanea. altrettanto importante è la fase asciugatura, che deve essere accurata ed estesa anche allo spazio tra le dita: luogo umido che può dare origine a infezioni fungine. Dopo il lavaggio si raccomanda l'idratazione con creme emollienti: consigliate in particolar modo sono quelle contenenti burro di karitè. In questo modo si possono evitare disturbi comuni come la ruvidità del tallone, le screpolature e le ragadi del calcagno. Va fatta molta attenzione anche alla cura delle unghie: come si tagliano e lo smalto che viene utilizzato. È sconsigliato quello semi-permanente che la rende più fragile. Un discorso più articolato andrebbe fatto anche per il osteomuscolari. Le suole devono essere preferibilmente ergonomiche e traspiranti. Una piccola coccola "fai da te" importante è l'automassaggio ai piedi, eseguito preferibilmente al termine della giornata.

Smog e freddo minacciano i nostri capelli

L’ inquinamento atmosferico che in questi giorni minaccia pesantemente l’aria delle nostre città, ha effetti negativi sulla nostra chioma. Una ricerca coreana ha messo in luce un legame tra la caduta dei capelli e le più comuni sostanze inquinanti: quali polveri sottili emesse da tubi di scarico delle automobili, impianti industriali, fumo di sigaretta o riscaldamento. Si nota una notevole riduzione della produzione di proteine essenziali per lo sviluppo dei follicoli piliferi e per la loro funzione nella crescita della capigliatura, come la beta-catenina. Il gelo, invece, agisce sul film idrolipidico dei capelli, ovvero sulla componente che mantiene la chioma idratata. Il modo più semplice per proteggere i capelli da freddo e smog è indossare un cappello o, almeno preferire le pettinature che li tengono raccolti: così si limita il numero di particelle dannose che andrà a depositarsi sul capo. Non è consigliabile utilizzare shampoo aggressivi e lavare spesso capelli e cuoio capelluto, bisogna però massaggiare la cute per stimolare la microcircolazione. Con impurità e aggressioni il sebo aumenta ancora di più, possono rivelarsi quindi utili degli impacchi di argilla. Per chi ha una chioma lunga, è consigliato una volta a settimana l’uso di una maschera nutriente che idrata e protegge il capello da agenti esterni. Sicuramente sono ottimi alleati integratori specifici anti-caduta, saremo lieti di illustrarvi i prodotti più indicati: come per esempio Biotine-Biomed o Priorin (la cura di 3 mesi in azione a 79.-). Solitamente queste cure vanno fatte 2 volte all’anno e in concomitanza dei cambi di stagione, dove il capello essendo più stressato va nutrito. 

Perché se cammino a lungo le mani si gonfiano?

Il disturbo è abbastanza diffuso e causato spesso da problemi circolatori. Durante la camminata le mani oscillano rivolte verso il basso in una posizione in cui il sangue venoso fa più fatica a risalire verso il cuore e viene favorito l'accumulo di liquidi e quindi il gonfiore. Il consiglio è quello di non indossare indumenti troppo aderenti e durante la camminata chiudere le mani più volte portandole alte sopra il capo, ed è preferibile indossare guanti che comprimano leggermente le mani. Se il fenomeno persiste è meglio affidarsi ad un medico specialista che potrà valutare la situazione, consigliare esami per escludere patologie che possono causare il problema ed eventualmente prescrivere terapie necessarie. Se il problema che si presente non è visibilmente ad un livello grave, sicuramente risultano essere d'aiuto dei prodotti o integratori drenanti. Se anche tu hai ristagni di liquidi e una sensazione di gonfiore agli arti puoi passare in farmacia da noi, facciamo preparazioni fitoterapiche drenanti.

18 Febbraio - Giornata mondiale Asperger

Oggi, in occasione del compleanno di Hans Asperger, il pediatra austriaco che per primo descrisse alcune caratteristiche dell’omonima malattia, è stata i​stituita la Giornata Mondiale dedicata alla sensibilizzazione di questo disturbo pervasivo dello sviluppo, annoverato all’interno dello spettro autistico che non comporta però disabilità intellettive e problemi nel linguaggio. Ma cos’è la sindrome di Asperger e come si manifesta? Tra le principali problematiche causate dalla Sindrome di Asperger (abbreviata in SA o in AS in inglese), ritroviamo la difficoltà a gestire le relazioni e le interazioni con gli altri, la peculiarità del comportamento sociale e dello stile di conversazione, l’attrazione verso interessi particolari, la compromissione nell’espressione e nel riconoscimento delle emozioni e delle espressioni facciali. In alcuni casi chi ne soffre appare una persona goffa e a volte presenta anche problemi di coordinazione motoria. Ha un linguaggio particolare: sa parlare, si sa esprimere ma usa un linguaggio caratterizzato da termini che appaiono lontani dal contesto con cui si relaziona. D’altro canto, altre caratteristiche, quali l’alto profilo cognitivo, la capacità di vedere le cose in modo creativo e peculiare, la grande capacità in alcuni specifici ambiti lavorativi, sembrano costituire punti di forza e conferire una “marcia in più” a chi ne è affetto. Tra le cure può essere efficace la terapia di supporto psicologico nella gestione delle emozioni. Oltre agli interventi individuali, esistono poi percorsi di psichiatria di gruppo utili per aumentare le capacità di integrazione sociale. Nei casi più gravi, quando per esempio sono presenti anche disturbi psichiatrici, può essere utile invece fare ricorso a una terapia farmacologica. L’eziologia della malattia è ignota e mette alla dura prova l’intera famiglia dei pazienti, trovandosi spesso ad affrontare da sola una situazione non facile.

In Ticino esiste l’Associazione ASI, AiutarsiStandoInsieme, che partecipa nel luganese a sostenere i genitori con figli autistici, e la Fondazione ARES, Autismo Risorse e Sviluppo, un ente di pubblica utilità senza scopo di lucro sostenuto dal Cantone e dalla Confederazione Svizzera. 

I cibi giusti per la tiroide

Bisogna prestare molta attenzione all’ alimentazione e a quali cibi forniscono lo iodio e quali lo “inibiscono”. Perché è importante lo iodio nell’ alimentazione? È il costituente essenziale degli ormoni tiroidei, che hanno due ruoli principali: il controllo del metabolismo e la stimolazione della crescita nel bambino. Nel bambino e nel neonato, una loro carenza, porta a danni neurologici irreversibili del sistema nervoso centrale. Quindi che tipo di alimentazione adottare per metterci al riparo dalla carenza di iodio? Il modo migliore è seguire una dieta varia e bilanciata ricca di alimenti contenenti iodio e sostituire il sale marino comune con quello iodato. Anche perché apporti elevati di sale marino comune aumenterebbe il rischio di malattie cardiovascolari. Lo iodio è presente in quantità variabile in ogni alimento, ma un elevato contenuto lo troviamo in alghe, crostacei, molluschi e pesce di mare. Si trova anche nel latte vaccino, nello yogurt, nei formaggi freschi, nelle uova e in alcuni tipi di frutta esotica. Per quanto riguarda carne, verdure e alcuni prodotti lattiero-caseari, è difficile dire a priori quanto ne possano contenere perchè è molto legato al trattamento del terreno e all’ alimentazione dell’animale. Ci sono inoltre cibi che possono interferire con l’assorbimento di iodio da parte della tiroide. Per esempio i tiocianati, presenti soprattutto in cavoli, broccoli, cavolfiori, che tuttavia con la cottura vengono in parte distrutti; altri interferenti sono: metalli pesanti (il mercurio, il cadmio, l'arsenico, il cromo, il tallio ed il piombo), erbicidi (è sempre consigliato il lavaggio di frutta e verdura prima del consumo), plastificanti e fumo di sigaretta.

Il microbiota intestinale

Ti senti gonfio? Fai fatica a digerire e hai dolori addominali e stipsi? Continui ad ammalarti?

Negli ultimi anni molte ricerche in tutto il mondo si sono dedicate allo studio del ruolo svolto dall’intestino per la nostra salute e per il mantenimento del benessere psicofisico. Ormai è un dato di fatto che l’intestino agisce come un “secondo cervello”, a cui va dato una particolare attenzione, soprattutto alla popolazione batterica che lo compone, chiamata microbiota. I batteri sono fondamentali in numerosi processi della nostra vita, tra cui: assorbimento dei nutrienti, acqua e sali minerali, sintesi di alcune vitamine B e della K, difesa da microrganismi nocivi e germi patogeni. È dimostrato che quando si spezza l’equilibrio esistente tra i batteri “buoni” e quelli nocivi, si presenta una disbiosi intestinale, ovvero uno stato di infiammazione generale che, se trascurata, favorisce a lungo andare la comparsa di diverse patologie. Le cause della disbiosi possono essere varie: cattiva alimentazione, stress e ansia, fumo e farmaci quali antibiotici e cortisonici. Per ovviare a questo squilibrio intestinale bisogna sia modificare per quanto possibile le proprie abitudini e stile di vita, sia fare cure mirate con probiotici: micro-organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla nostra salute. In farmacia trovi la terapia probiotica e detox intestinale della linea Bromatech!

I bambini possono mangiare i surgelati?

Almeno una volta nella vita ci siamo chiesti se fosse opportuno inserire nelle diete dei nostri figli i cibi surgelati. Secondo un docente universitario di pediatria ci sono molteplici vantaggi nel loro utilizzo a tavola: l’alimento in versione surgelata conserva le caratteristiche nutrizionali originali, non vi sono aggiunte di conservanti, né di additivi, infatti è solo il freddo a prolungare la durata dei cibi. Il colore brillante, soprattutto degli ortaggi, è dovuto a un trattamento termico che ne fissa il colore naturale. Un altro elemento a favore dei frozen è la porzionatura, che aiuta a non esagerare con le quantità. Oggigiorno un bambino su dieci è in sovrappeso, a causa di un’errata alimentazione e scarsa attività sportiva, con un conseguente aumento dei casi di diabete. È da tener conto che l’uso di verdure surgelate ne favorisce un consumo indipendentemente dalla stagione e ciò consente di variare più spesso la dieta. I surgelati, soprattutto se dati ai bambini, devono essere conservati e cucinati in modo corretto: trasportarli in borsa termica, assicurarsi che la confezione sia integra e il contenuto non ammassato, non ricongelare e soprattutto rispettare la scadenza. Attenzione al congelamento fai da te, che deve essere fatto rispettando la buona conservazione del cibo e mantenendone i criteri sopraelencati.

Articoli timamme.ch

Articoli "20 minuti"

Previeni l'influenza stagionale

Gli sbalzi di temperatura degli ultimi periodi mettono alla prova il nostro sistema immunitario,quindi vi proponiamo un prodotto che può essere utilizzato sia in caso di trattamento che di prevenzione dell'influenza. Oscillococcinum è un rimedio omeopatico in globuli,adatto sia a bambini che a donne in gravidanza (da consultare sempre il proprio medico), poiché non sono stati riscontrati finora effetti collaterali,ed inoltre non interagendo con gli altri farmaci,può essere utilizzato anche da persone che seguono politerapie. La posologia per assumere questo farmaco può variare:a titolo preventivo,1 dose di globuli alla settimana;quando c'è un principio influenzale,1 dose di globuli ai primi sintomi,da ripetere eventualmente 2-3 volte al giorno a intervalli di 6 ore;ed infine quando si verifica uno stato influenzale conclamato 1 dose di globuli mattina e sera,durante 1-3 giorni.Tutto il contenuto della dose va sciolto sotto la lingua e deve essere assunto distante dai pasti(15 minuti prima o 1 ora dopo)e da sapori forti quali menta,caffè o fumo di sigaretta.Lo puoi acquistare presso la nostra farmacia al prezzo promozionale di 39.90.

Forse sono celiaco: ecco cosa fare

Cos’è la celiachia? La celiachia è una malattia dovuta a un'intolleranza permanente al glutine caratterizzata da diversi sintomi tra cui gonfiore, dolore addominale e diarrea, stanchezza cronica, perdita di peso, anemia e dermatite erpetiforme. Viene provocata dal glutine, una proteina collante contenuta nei cereali, che infiamma l’intestino tenue. Se non si modificano le abitudini alimentari la mucosa danneggiata dell’intestino non sarà più in grado di metabolizzare sufficientemente le sostanze nutritive, il che potrebbe portare a malnutrizione. Nonostante questo iniziare una dieta senza glutine prima della visita medica sarebbe controproducente perché non si potrebbe più accertare la presenza degli anticorpi nel sangue e quindi formulare una diagnosi. Nel caso in cui venisse diagnosticata la celiachia, il medico consiglierà la dieta più corretta che porterà ad un rapido miglioramento dello stato di salute. 

Sole, mare e acne: come comportarsi?

L’acne è una patologia cronica infiammatoria della cute caratterizzata da accumulo di sebo e cellule cutanee. Possono il sole e il mare aiutare?Senza dubbio l’acqua di mare può avere un effetto benefico, ma attenzione ai sali che rimangono sulla pelle:possono irritare e amplificare l’azione dei raggi solari, è quindi consigliato sciacquare la pelle con acqua dolce dopo ogni bagno.E per ciò che riguarda il sole?

La protezione solare è ancora più raccomandata in questo caso, possibilmente scegliete una texture leggera e non grassa da applicare in modo uniforme e frequentemente; ma non basta, infatti la temperatura corporea elevata stimola la produzione di ormoni androgeni che favoriscono una maggior produzione di sebo. È quindi consigliato nebulizzare acqua dolce per rinfrescare la pelle e abbassare la temperatura.Per qualsiasi dubbio o informazione non esitate a contattarci!

Giornate estive, attenzione alla disidratazione

Il caldo sembra buttarvi a terra inesorabilmente, che siate a casa, a lavoro o a spasso per la città? Classico consiglio: bere “a piccoli sorsi e spesso”. Il primo segnale che il corpo manda è la sete; sarebbe però meglio evitare di arrivare a questo punto e rinfrescarsi prima che arrivi. Attenzione però, non cedete all’acqua gelata, potrebbe scatenare mal di testa o congestione! Uno degli effetti della disidratazione è confondere la sete con la fame: per questo siamo portati a fare spuntini frequenti. Anche la difficoltà a concentrarsi sul lavoro è un segno della disidratazione: spesso, semplicemente, ci dimentichiamo di bere. A chi fa molto sport o attività all’aria aperta si consiglia di reintegrare con sali minerali, ma anche per donne in menopausa e ragazzi può essere utile scegliere un integratore adatto.

Mirtilli, lamponi e fragole per la salute

Questa è la loro stagione: mirtilli, lamponi, fragole e more sono buonissimi non solo per il palato ma anche per la nostra salute. Le loro proprietà sono dovute alle antocianine, i pigmenti che donano il bel colore che va dal rosso al blu a questi frutti, fondamentali per proteggere il cuore e il nostro apparato circolatorio, riducendo i radicali liberi, i grassi e le LDL. Sono quindi un rimedio essenziale quando ci sentiamo gambe stanche e pesanti, caviglie gonfie, ritenzione idrica e anche contro la cellulite. Se ciò non bastasse contengono inoltre una buona concentrazione di vitamina C: basti pensare che una porzione di 150 g di fragole contiene 90 mg di vitamina C, il fabbisogno giornaliero consigliato.

Psoriasi e dermatite, due malattie "fastidiose"

Psoriasi e dermatite sono entrambe malattie infiammatorie croniche della pelle, ma mentre la psoriasi colpisce circa il 2-3% della popolazione, la dermatite arriva fino al 10%, presentandosi fin dalla tenera età. La forma più invasiva di psoriasi è detta volgare e si presenta con cute a chiazze rossastre e squame bianche soprattutto a livello degli arti, ma anche del cuoio capelluto e della schiena. Questa malattia, negli stadi più avanzati, può avere un impatto psicologico negativo sulla vita delle persone, portando a scarsa autostima e ad un maggiore isolamento, per via della sua visibilità. La dermatite, invece, è caratterizzata da un prurito intenso,che colpisce prevalentemente gli arti a livello delle pieghe delle ginocchia e dei gomiti,o sulle mani,riconducibile al contatto con sostanze irritanti o ad una predisposizione genetica. Soprattutto nei bambini è frequente che, grattandosi, si formino delle crosticine infette.

Essendo l'argomento molto delicato restiamo a vostra disposizione per dubbi o domande.

Il guaranà per tonificare l'organismo

In questo periodo dell’anno si avvertono stanchezza mentale e fisica a causa del cambio di stagione. Può essere utile assumere giornalmente il guaranà, una pianta rampicante, sempre verde, proveniente dalla foresta amazzonica, che grazie alla presenza di caffeina, agisce stimolando e tonificando il nostro organismo. Gli effetti riscontrati più comunemente sono: incremento dei livelli di concentrazione e riduzione della fatica;aumento della digestione e del metabolismo di grassi e zuccheri; potere saziante e un lieve effetto diuretico. Bisogna ricordare, però, che il guaranà va somministrato con cautela, soprattutto nei bambini, negli ipertiroidei, nei distonici e in chi soffre di coliti o gastriti poiché in questi casi l'utilizzo costante ne amplificherebbe gli effetti collaterali (tachicardia, ipereccitazione, insonnia, ansia e azione irritante delle mucose gastrointestinali).Nella nostra farmacia trovi questo prodotto in una scatola da 100 capsule scontato del 20%,a soli 22,90 CHF. 

Una notte serena e in armonia

I Rescue Remedy sono dei rimedi di emergenza in tutte quelle situazioni che destabilizzano l'equilibrio psico-fisico. Si tratta della combinazione di 5 fiori, che possono aiutare a risolvere piccole o grandi crisi dovute a cattive notizie, stress, paure, tensioni o incidenti. Esistono diverse combinazioni, tra cui Rescue Night ideale per godere del giusto riposo dopo una giornata difficile. Solo ingredienti naturali, per una notte in armonia, a soli 20.50 CHF.

Una cura naturale per la cistite

Un disagio di cui soffrono molte persone che, se non curano, può rappresentare un peso. L'E.Coli e il batterio responsabile di circa l'80% delle cistiti. La nostra farmacia propone il D-Mannose, un rimedio efficace sia nel caso di prevenzione che di recidive, e del tutto naturale, che si adegua alle esigenze di tutti: vegani, intolleranti al lattosio e al glutine.

Questo zucchero si lega ai batteri che causano l'infiammazione, li rende inattivi e permette che vengano eliminati con l'urina. Solo da noi trovi in azione la cura di un mese al prezzo speciale di 19 CHF!

Medicina ayurvedica e canfora

Padma 28 è un medicamento fabbricato in Svizzera da una provata ricetta tibetana: ai preparati contenenti canfora si attribuiscono proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e di stimolo della circolazione. Viene impiegato soprattutto in presenza di problemi di circolazione accompagnati da pizzicore, formicolio, senso di pesantezza e tensione negli arti, crampi nei polpacci. Il preparato è consigliato anche per i diabetici e non contiene né lattosio né glutine. 

Acido ialuronico: idratazione anti-age naturale per la pelle

Col passare del tempo la produzione di collagene, il principale componente della pelle e di acido ialuronico,da parte dell'organismo si riduce. L'acido ialuronico aiuta a migliorare il livello di idratazione e elasticità della pelle, per questo è un ingrediente essenziale nella routine delle pelli secche e disidratate, soprattutto in questo periodo dell'anno. 

Relax anche per la schiena

E' uno dei disturbi più comuni e ne abbiamo sofferto tutti: il mal di schiena può essere dovuto a diversi fattori, tra cui lo stile di vita e il tipo di lavoro. "Spesso si abusa di antidolorifici quando esistono possibilità altrettanto efficaci che sfruttano meccanismi diversi, come il calore chi scioglie la muscolatura tesa e stimola la circolazione" spiega il Dott. Mazzuca.

Aloe, la pianta della salute

Perché assumerlo? "Perché e' fonte di amminoacidi, rafforza il sistema immunitario, migliora la digestione, protegge il cuore e la pelle, aumenta i livelli di energia ed ha un'azione anti-infiammatoria. Dopo le vacanze e l'esposizione al sole proponiamo anche il gel e la lozione che ripara, lenisce e idrata anche la pelle più sensibile e arrossata favorendo il ripristino delle sue condizioni ottimali" spiega il Dott. Mazzuca. 

Per mani morbide e vellutate

La pelle delle mani e' due volte più sottile rispetto a quella del viso, quindi succede spesso nel periodo invernale di avere mani secche e arrossate. Una pelle disidratata invecchia prima: la naturale barriera idrolipidica che riveste l'epidermide viene alterata dagli sbalzi di temperatura e dal contatto con detergenti aggressivi e prodotti casalinghi. Vi proponiamo l'ottima crema Eubos che riceverete in omaggio nella nostra farmacia, se verrete a trovarci.

Recupera l'attività intestinale

Per ottimizzare l'attività intestinale, in modo naturale ed efficace, proponiamo Optifibre: un concentrato di fibre alimentari a base di gomma di Guar, indicato in caso di stitichezza, diarrea, gonfiori e sindrome da intestino irritabile. E' una fonte di nutrimento per la mucosa intestinale e permette ai batteri utili di moltiplicarsi. Si scioglie nelle bevande fredde o calde e si mescola a zuppe, salse e yogurt. Preso ogni giorno permette di ridurre o eliminare l'uso di lassativi. 

Contattaci

Indirizzo

Via Pazzalino 17,

CH - 6962 Viganello


Davide Mazzuca, Gerente - Dipl. Fed. Farmacista

Contatti


Tel: 091 972 11 72

Cell: 076 264 40 72

Fax: 091 972 11 73

E-mail: [email protected]

Orari di apertura

Lun-Ven: 7:30 - 19:00

Sab: 8:00 - 17:00

Dom: chiuso

Indirizzo

Via Ceresio 40,

CH - 6963 Pregassona


Veronica Perin, Gerente - Dipl. Fed. Farmacista

Contatti


Tel: 091 972 12 72

Cell: 079 849 14 64

Fax: 091 972 13 72

E-mail: [email protected]

Orari di apertura

Lun-Ven: 7:30 - 19:00

Gio: 7:30 - 19:30

Sab: 8:00 - 18:00

Dom: chiuso